SOLUZIONI ENERGETICHE

L’unico Watt sostenibile è il NegaWatt

Cos’è il NegaWatt? Semplice: è il Watt che non avete utilizzato.

La “diagnosi energetica” o “audit energetico” è una valutazione metodica, documentata e periodica, OBBLIGATORIA per imprese di grandi dimensioni ed imprese “energivore”, sull'efficienza e sul risparmio energetico di un sistema.

La diagnosi energetica è pertanto uno dei fattori più importanti all'interno di un piano di efficientamento energetico.

Essa ha inizio con l’analisi di tutti i dati provenienti dall'utilizzo energetico e, a partire da questi dati, ha l'obiettivo di capire le modalità di utilizzo dell'energia, quali siano le cause degli sprechi e quali interventi possano essere suggeriti all'utente per migliorarne le prestazioni.

La situazione energetica inquadrata viene confrontata con parametri medi di consumo con l’obiettivo di determinare degli interventi migliorativi per la riduzione sia dei consumi e che dei costi e di effettuare una valutazione preliminare di fattibilità tecnico-economica, dato che gli interventi proposti dovranno rispettare sia la fattibilità tecnica che soprattutto quella economica.

Verrà realizzato infine un report che presenta un resoconto di tutte le misure e di tutti i parametri necessari all’utilizzatore per decidere se e quali soluzioni adottare.

Un flash audit è una breve diagnosi, effettuata in loco, che permette di fare una valutazione preliminare del quadro energetico del cliente, rilevandone le apparecchiature inefficienti e le aree che necessitano una valutazione più approfondita, effettuando inoltre una prima stima dei lavori e dei calcoli finanziari di massima.

Il decreto legislativo N° 102 del 4 luglio 2014, ha reso obbligatorio l’audit energetico per le imprese di grandi dimensioni e per le imprese cosiddette “energivore” (a forte consumo energetico).

 

IMPRESE DI GRANDI DIMENSIONI

- N° dipendenti > 250

- Fatturato > 50 M€

- Tot. Bilancio > 43 M€

 

IMPRESE A FORTE CONSUMO ENERGETICO

- Consumo di energia annua > 2,4 GWh

- Rapporto fra costo energia e fatturato > 3%

 

Il Decreto 102 in pillole
OBBLIGHI, ESENZIONI E OPPORTUNITA'
Energy Efficiency Solutions.pdf
Documento Adobe Acrobat [541.7 KB]

Le Diagnosi Energetiche obbligatorie devono essere svolte entro il 5/12/2015 e successivamente  ogni 4 anni.

Il decreto prevede sanzioni pecuniarie da 4000 € a 40000 € (per ogni sito aziendale) per le imprese di grandi dimensioni e le imprese energivore che, se obbligate dal decreto, non abbiano effettuato la diagnosi.

Make the most of your energy
SCHNEIDER ELECTRIC
La-sfida-energetica.pdf
Documento Adobe Acrobat [958.9 KB]

L'Unione Europea ha lanciato per il 2020 una sfida ambiziosa.
"Europa 2020" è una strategia per una "crescita intelligente, sostenibile e inclusiva", basata sulla conoscenza e sull'innovazione, più efficiente sotto il profilo delle risorse, più verde, più competitiva, con un alto tasso di occupazione, che favorisca la coesione sociale e territoriale. E' una risposta audace alla crisi economica, per uscirne rafforzati.
Parte essenziale di questa strategia sono gli obiettivi del "Pacchetto Clima Energia":

  • +20% di energia da fonti rinnovabili nei consumi finali di energia,
  • - 20% di consumi di energia rispetto allo scenario tendenziale, attraverso l'efficienza energetica,
  • - 20% di emissioni in atmosfera.

Cuore di questa visione è la Direttiva 28 del 2009, che ha formalizzato il target europeo del 20% di energia da fonti rinnovabili nei consumi finali di energia. L'attenzione si concentra sulle rinnovabili, ma per raggiungere l'obiettivo prefissato è fondamentale anche l'efficienza energetica. La Direttiva 28 rappresenta un vero e proprio cambiamento di paradigma. Per la prima volta si affronta la questione energetica con una visione globale, che abbraccia in un unico obiettivo tutti i settori di consumo dell'energia: elettricità, calore, trasporti.
 
All'Italia è stato assegnato un obiettivo del 17% di energie rinnovabili a copertura dei consumi finali di energia entro il 2020. L'obiettivo è pienamente raggiungibile solo a patto di adottare una politica integrata, che punti sia sull'efficienza energetica sia sulla promozione delle rinnovabili nel settore termico, elettrico e dei trasporti. Questa è in effetti la strategia che emerge dal Piano di Azione Nazionale presentato dal nostro Paese a Bruxelles.

LIGORATTI Impianti S.r.l.

Largo G.Verdi, 19

20082 Binasco (MI)

P.Iva 02194130189

CAP.SOC.I.V. Euro 20.000

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Ligoratti Impianti srl Largo Giuseppe Verdi 19 20082 Binasco Partita IVA: 02194130189